Contenuti

Azure Storage Account: Hosting di siti statici con supporto SSL

Azure Storage Account: Hosting di siti statici con supporto SSL

Grazie al servizio Storage Account è possibile ospitare un sito web statico su Cloud Azure e per farlo sono richiesti pochi passaggi. Quali sono i passaggi che servono per potere ottenere il risultato?

Azure Storage Account

Il primo passaggio per potere partire è la creazione di uno Storage Account - GPv2 su Azure. Operazione abbastanza semplice e molto rapida. Una volta terminata la creazione, dovete entrare ed applicare le configurazioni necessarie per ospitare il vostro sito web statico.

Static website

Nella colonna di sinistra, tra le diverse voci troverere Static website e dovete selezionarla.

Enabling static websites on the blob service allows you to host static content. Webpages may include static content and client-side scripts. Server-side scripting is not supported.

Static website

  • Disabled
  • Enabled

An Azure Storage container has been created to host your static website. $web

La prima configurazione da fare sarà quella di selezionare la voce Enabled. Prima di salvare, dovete inserire la configurazione per la pagina Index e quella Error.

  • Index document name (ex. index.html)
  • Error document path (ex. 404.html)

Vi consiglio di salvarvi l’endpoint che vi verrà proposto (ex https:// -containername- .z6.web.core.windows.net/) in quanto vi servirà in seguito.

Upload Files

Il prossimo passaggio è di andare nella sezione Overview e selezionare Container ed accedere al container $web . Una volta selezionato in alto troveremo la voce Change access level e dobbiamo passare l’attuale configurazione a Blob oppure Container. Una volta selezionata la scelta,vi basterà confermarla con OK.

Ora non vi resta che caricare i file del vostro sito statico all’interno del nuovo container $web

Una volta caricati i file non vi resta che navigare sfruttando l’endpoint salvato nel passaggio precedente.

Vantaggi / Svantaggi

Ti stai chiedendo perché dovresti scegliere questa strada per il tuo sito statico e non altro? La risposta è semplice e si riassume in: piattaforma Microsoft Cloud Azure che è sinonimo di affidabilità e sicurezza. Detto questo vediamo un breve elenco dei primi vantaggi o svantaggi che mi vengono in mente.

VantaggiSvantaggi
Richiesto pochissimo tempo per la configurazione dell’ambienteL’attivazione dell’account Azure richiede la carta di credito vera e non prepagata
Costo notevolmente ridotto rispetto ad un piano di hosting classicoDominio non personalizzato -nota 1-
Certificato SSL Incluso
Possibilità di localizzare al meglio geograficamente il proprio sito selezionando la region desiderata per il proprio business (=migliori tempi di risposta per i propri visitatori)
Possibilità di ottenere una ridondanza geografica dei dati -nota 2-

Nota 1: Il dominio è personalizzabile, ma richiede una serie di altre configurazioni e componenti cloud che potrebbero cambiare il costo.

Nota 2: Tratto dalla documentazione Microsoft ( Azure Storage redundancy )

Redundancy in the primary region Data in an Azure Storage account is always replicated three times in the primary region. Azure Storage offers two options for how your data is replicated in the primary region:

  • Locally redundant storage (LRS) copies your data synchronously three times within a single physical location in the primary region. LRS is the least expensive replication option, but is not recommended for applications requiring high availability.
  • Zone-redundant storage (ZRS) copies your data synchronously across three Azure availability zones in the primary region. For applications requiring high availability, Microsoft recommends using ZRS in the primary region, and also replicating to a secondary region.

Conclusione

Personalmente sono più che favorevole all’utilizzo di Azure per ospitare dei siti web statici. Se vi state domandando se li utilizzo oppure no, la risposta è si!