Visual Studio Code: REST Api Tool

Nonostante Visual Studio Code non sia il mio tool principale di sviluppo, devo riconoscerne la sua validità. Lo utilizzo regolarmente per gli utilizzi più svariati. Degli esempi? La creazione di articoli per il blog (come questo) Lavorare coi file JSON Aprire classi di codice C# senza passare da Visual Studio per verificare del codice Quello che non sapevo era la possibilità di rimpiazzare Postman sfruttando Visual Studio Code.

CosmosDB: effettuare una query LIKE

Sapevate che anche in CosmosDB e’ possibile effettuare delle query con una clausola LIKE all’interno della WHERE CONDITION? Like Una volta identificato il container non vi restera’ che eseguire questa query 1 2 3 4 SELECT * FROM c WHERE c.textValue LIKE '%keyword%' Eseguendo la precedente query direttamente sul Azure Portal otterremo il subset di items contenenti all’interno del campo textValue il valore di keyword. Case Sensitive Attenzione, la ricerca all’interno di CosmosDB e’ CASE SENSITIVE quindi potreste perdervi una serie di risultati che -abituati a lavorare su SQL Server- pensavate di trovarvi.

Accesso SQL Server: Dapper o non Dapper?

🗄️ Accesso SQL Server 🍀 Dapper o non Dapper? DISCALMER: Quando ho scritto questo post su Linkedin l’ho fatto in maniera del tutto innocente. Volevo scrivere un post su Dapper che tanto adoro. Premesso che quando ho scritto il post pensavo finisse solo ed abbandonato come spesso succede. Sono contento che abbia generato una discussione a questo livello mettendo sul piatto diversi punti di vista ed esperienze. Vi invito a leggere i commenti e la discussione a questo link Linkedin - Accesso SQL Server: Dapper o non Dapper?

CosmosDB: Quanti elementi ho nel container?

Nelle ultime settimane ho avuto modo di lavorare con CosmosDB ed una delle query piu’ ricorrenti e’ stato il conteggio di quanti elementi avevo nel container in questione. Il perche’? Dovendo migrare dei dati dal mondo SQL Server ad mondo NoSQL sfruttando CosmosDB dovevo verificare di non essermi perso elementi tra sorgente e destinazione Count Items Una volta identificato il container non vi restera’ che eseguire questa query 1 2 3 SELECT COUNT(1) FROM c Eseguendo la precedente query direttamente sul Azure Portal otterremo un risultato come il seguente

La solitudine mentale dello sviluppatore

🏝️ La solitudine mentale dello sviluppatore 💥 Il momento ideale per impazzire Vi siete mai fermati a riflettere su come viviamo a volte noi sviluppatori di backend? 📍 Siamo sempre nell’ombra 📍 L’utente finale ignora la nostra categoria lavorativa. Tanto è tutta UI per lui. 📍 Lo stress e/o senso di vuoto regnano in noi Si, perché quando passi giorni a sviluppare una serie di processi che si devono incastrare tra loro e non hai modo di provarli sino alla fine ti sembra di non avere concluso una beata fava nonostante la quintalata di codice scritto.

dynamic: usi ed abusi

Ho sempre “sponsorizzato” pochissimo (=se non mai) l’utilizzo dei dynamic scrivendo codice in C#. Non mi piacciono. Non e’ un segreto e non faccio fatica ad ammetterlo. Il punto che -come in ogni cosa- tutto si trasforma ed anche l’odio piu’ sfrenato puo’ diventare un sentimento di amore sotto necessita’. Volete sapere cosa e’ successo nello specifico? dynamic Prima di mostrare il caso pratico in cui ho abusato dei dynamic voglio riportarvi la loro definizione direttamente da Visual Studio: