ActivatedRoute: Inviare params alle backend API

Nello sviluppo di un frontend con Angular può esserci la necessità di passare un parametro come query string al backend per poi utilizzarlo come filtro nelle nostre API. La soluzione -che apparentemente può sembrare complicata- si risolve in pochissimi passaggi. La parte più interessante a mio avviso sarà poi il lavoro che si svolgerà a backend per ottimizzare il tutto. ActivatedRoute: utilizzo step by step Per arrivare ad utilizzare ActivatedRoute e ricevere il nostro parametro in ingresso dobbiamo prima svolgere delle operazioni preliminari.

NetCore: HttpContext Session (String, Int32, Byte[])

Durante la creazione di un sito MVC sviluppato con tecnologia NETCore utlizzare le sessioni all’interno dei controller è davvero semplice. Per farlo ti basterà utilizzare la proprietà Session (ISession) presente all’interno di HttpContext. Sarà il controller stesso a fornirci al suo interno il contesto corrente senza complicarci la vita. Prima di fornire la classe “SessionHelper” che ho scritto per voi, vi segnalo due modifiche da fare all’interno dei file Startup.cs:

Google Analytics: Integrazione con un Angular WebSite

Integrare Google Analytics in un sito web effettuato con Angular non è immediato come per un sito web tradizionale. Nei siti tradizionali, il contatore di Google Analytics si integra bene in quanto sono Multi Page Applications. Sviluppando con Angular ci troviamo davanti ad un sito Single Page Applications (SPA) e le cose cambiano un attimo. Google Analytics: Prerequisito Per potere utilizzare un contatore di Google Analytics dobbiamo prima avere l’account registrato sulla piattaforma di Analytics, registrare il sito web in questione e copiare il codice di monitoraggio fornito da Google per incollarlo nel sito in questione.

CORS Policy No ‘Access-Control-Allow-Origin’ – Azure Function

CORS: Chi sei? CORS è una sigla ed ha un significato ben preciso. Con questo termine intendiamo Cross-Origin Resource Sharing e (facendola breve) si tratta di HTTP Header aggiuntivi per autorizzare l’uso di risorse (nel nostro caso Azure Function) da server diversi rispetto a dove si trova la risorsa stessa. CORS policy: No ‘Access-Control-Allow-Origin’ Quando il server sorgente (da cui parte la richiesta) non viene autorizzato sul server di destinazione ci viene fornito un messaggio di errore.

ngrok: Angular WebSite da localhost

In questo ultimo periodo ho ripreso in mano Angular e cosa c’è di meglio del rifare il sito alla propria commercialista per prendere confidenza oltre la teoria? Per farle vedere una versione bozza della home ho deciso di esporle il sito dal mio pc sfruttando ngrok evitando così di doverlo pubblicare in remoto. ngrok: Angular WebSite - Step by Step Scaricare ngrok e registrarsi al servizio (personalmente il piano free è l’ideale per lo sviluppo) Posizionarsi nella cartella del sito Angular e lanciare il classico ng serve per avere il sito navigabile in locale (di default la porta è :4200) Da prompt/shell avviare ngrok con la seguente sintassi in modo da evitare “Invalid Host Header” come messaggio di errore: ngrok http 4200 -host-header="localhost:4200” Attendere qualche secondo e l’output prodotto sarà il seguente (o meglio simile al)

The “Csc” task could not be initialized with its input parameters

L’altra sera ho voluto provare a creare un progetto “ASP.NET Core Web Application” (V2.2) utilizzando “Angular” come Template. Buona idea? Cattiva idea? Non lo, ma la strada non è stata così diretta. The “Csc” task could not be initialized with its input parameters. La creazione è andata subito a buon fine, ma l’errore era dietro l’angolo ed alla prima compilazione si è presentato col seguente messaggio: MSB4063 The “Csc” task could not be initialized with its input parameters.